Informativa

Top
Image Alt

Progetto casa arredo

  /  Impianti   /  Quali infissi scegliere per risparmiare energia?
Scegliere infissi per risparmiare energia

Quali infissi scegliere per risparmiare energia?

Vi siete resi conto che spendete molto sulla bolletta? Diciamo che è un problema abbastanza comunque. Sono in molti a segnalare gli aumenti dei costi dell’energia elettrica. Ci sono molti aspetti da valutare quando parliamo di risparmio energetico. Perché scegliere gli infissi giusti, ad esempio, non solo ci consente di spendere di meno sulla bolletta della luce, ma anche di inquinare molto di meno il pianeta.

In che modo? Coibentare la casa è oggi la soluzione migliore. Ciò significa che bisogna scegliere gli infissi migliori, che offrano due fattori tra tutti: la riduzione dell’inquinamento termico e dell’inquinamento acustico, di cui vi parleremo nel prossimo paragrafo.

Infissi per risparmio energetico

Infissi e risparmio: la guida per ogni stanza

Come possiamo scegliere? Qual è il materiale migliore? Alluminio, legno o PVC? Cominciamo con dividere le caratteristiche di questi materiali. L’alluminio, rispetto al passato, offre oggi una soluzione di coibentazione davvero ricca di vantaggi. Ci troviamo di fronte a uno dei materiali migliori, se non il più indicato per prevenire l’inquinamento acustico e termico. L’unico “svantaggio” è il costo: ha un prezzo leggermente superiore al legno e al PVC.

Che dire del legno e del PVC? Certo, il legno ha un fascino senza tempo: è in grado di aumentare l’estetica di una casa, soprattutto se si desidera uno stile più rustico, caldo e familiare. Il suo costo è medio, tuttavia offre una buona protezione dal freddo, soprattutto quando il legno è lavorato con la moderna tecnologia.

Anche il PVC non è da meno, tuttavia ha un costo più economico e non ha un’ottima resistenza all’inquinamento acustico. Se abitate in una grande città, gli infissi in PVC potrebbero non essere la soluzione più indicata, per quanto il loro costo sia davvero ottimo.

Inquinamento acustico

Il problema dell’inquinamento acustico è da circoscrivere all’ambiente in cui è posta la casa. Certo, abitare in campagna ci consente di non avere attorno auto, smog, rumori esterni. Non avremmo le piccole comodità, come il bar o il piccolo negozio all’angolo, ma non dovremmo investire nemmeno eccessivamente sull’infisso migliore per coibentare la casa.

Inquinamento termico

Perché è importante la coibentazione? Uno dei motivi principali è proprio il riscaldamento o raffreddamento delle stanze in base alle stagioni. Se non abbiamo degli infissi in grado di tenere fuori non solo i rumori, ma anche gli spifferi o il caldo estremo, dovremo spendere molto di più per accendere il condizionatore o i riscaldamenti. Non è solo una questione di risparmio, in genere, ma anche di ecologia.

Post a Comment

3 − 1 =