Informativa

Top
Image Alt

Progetto casa arredo

  /  Giardino   /  Piscina   /  Piscina Fuori Terra: quali sono i vantaggi e gli svantaggi?
Piscina Fuori Terra vantaggi

Piscina Fuori Terra: quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

I motivi per cui scegliere una piscina fuori terra possono essere molteplici. Questa soluzione, rispetto alla classica piscina interrata, offre ovviamente dei vantaggi e degli svantaggi. Vediamo insieme quali sono!

Piscina Fuori Terra vantaggi

Siete appena andati a stare in una casa con giardino: affitto o acquisto, non importa. Non appena avete visto il giardino, avete deciso: volete la piscina. Se siete in affitto, prima di fare qualsiasi lavoro, dovete chiedere al padrone di casa, ovviamente. Inoltre, c’è da ottenere i permessi comunali, in alcuni casi.

Se la casa è vostra, dovete solo occuparvi dei permessi di costruzione per la piscina interrata. Tuttavia, i costi per questa tipologia di piscina sono talmente alti, senza contare la manutenzione mensile (soprattutto invernale!) che spesso si preferisce puntare sulla piscina fuori terra.

Ed è un’ottima idea, perché costerà molto di meno e dovrete solo occuparvi di riporla per bene durante i mesi invernali. Anzitutto, ci sono molte tipologie di piscine fuori terra. Vi sono anche soluzioni molto più grandi e non solo per i “piccoli” di casa. Ovviamente, più è grande la piscina più il suo costo sarà elevato, ma vi darà la possibilità di nuotare e di divertirvi.

Il problema della piscina fuori terra è ovviamente che dovrete essere voi a mantenere pulita l’acqua. Non potete permettervi che muffe o batteri attacchino il materiale della piscina. Le più comuni sono in PVC, che presenta dei vantaggi non indifferenti. Dunque, prima di acquistare una piscina fuori terra molto grande, informatevi bene sul pH dell’acqua e su come mantenerlo sempre balneabile.

Acquistare una piscina fuori terra: perché è un’ottima soluzione

Per quanto riguarda la manutenzione invernale, non è alla fine niente di così preoccupante. Alcuni decidono, per esempio, di riporre la piscina al chiuso, per evitare che possa ammuffire o essere attaccata dalle muffe o dai batteri. In effetti, è la soluzione migliore. Quando poi tornerà la bella stagione, dovrete solo pulirla e rimetterla in giardino.

Altri, invece, decidono di tenerla all’esterno dell’abitazione, riponendo un telo in PVC sulla piscina. Bisogna però prestare molta attenzione e controllarla ogni tanto. Sicuramente, è molto meglio pulirla, sterilizzarla e mantenerla in un luogo asciutto e privo di umidità.

E questa è un’altra cosa importante: se decidete di togliere la piscina, assicuratevi di metterla in un luogo in cui l’umidità non possa intaccarla. Purtroppo, potrebbe accadere e voi sareste costretti a dover cambiare la piscina e investire altri soldi.

Post a Comment